Mare

Sono l’azzurro sconfinato mare,

raro e profondo, solo come chi sa davvero amare.

Galleggio senza ormeggio

 goccia in un mondo ch’è roccia

un po’ naufrago un po’ disperso

straniero e diverso ma sto qua

nell’Amore immerso

perdono nel mio fondale chiunque mi fa del male.

Dono spiaggia, respiro, ispirazione

e mi lasciate solo ad affogare nell’onda dell’afflizione.

Amico mi chiamate ma mentre la mia linfa succhiate

vostra è la mia gloria ma in me vergogna

d’esser in fondo d’un pasto bella scodella

poi foce d’ogni vostra fogna

prova 004

Rimini-Rock Island

 

Annunci

Calice di Stella

Luce paziente, presente nell’oscurità d’ogni abisso, d’ogni niente

compagno fedele di viaggio dove del sole non ci fu ombra nè raggio

vento che soffia leggero e suona e la vela strappata gentile sprona

da lontano s’avvicina, indica la direzione ma sa non esser destinazione

riconoscente torna come salmone controcorrente alla sua sorgente

seme ch’ esce timido dal guscio lì lascia l’amico suo migliore

per non disperderlo, a custodir l’uscio d’un battito che porterà nel cuore

lui che di quella stella fu riflesso, luna, strada, voce, bagliore

Sant'Igne - San leo

Sant’Igne – San leo

 

Artista mista

In cammino eppur sempre fuori pista

su quest’ uragano mondo equilibrista

ultima della fila, nome anonimo non in lista

Wicklow Mountains - Irlanda

Wicklow Mountains – Irlanda

Se fossi

Se fossi stata l’uomo che non sono

mi vedresti nella luce oltre il suono.

Se fossi stata chi ami e vuoi davvero accanto

ti avrei sconvolto i piani fino a straripare in pianto.

Se fossi fede e coraggio che fu spezzato e che ora manca

verrei sotto casa, desiderando te senza mai essere stanca.

Se fossi quello che vuoi e non lo sbaglio di un momento

mi tufferei nel tormento del mio consueto fallimento.

Ma sto qua nell’angolo di quest’ altra sponda, dove il corpo mio è donna

e tu sei là, tremante d’ entrare dove l’anima non ha pantalone nè gonna.

Irlanda

Irlanda

 

Profonda luce

Scalatore senz’ amore sfodera ogni gesto dominio, violenza, rumore

trofeo d’ego, tappeto, podio d’onore fai d’un luogo sacro sanguinante di dolore

dolomiti 2013 053

Innevata pace

Tutto tace, silenzio sereno

come un bimbo sto

e dormo felice nel tuo seno

Val di Fassa

Val di Fassa

Stranieri viandanti

Ti ho cercata in ogni dove e quando,

dentro me se di te m’incanto, fuori nel mondo

illusa in ogni battito ch’ eri arrivata

fugace incanto svanito in un momento

che arde, divampa, poi s’eclissa,

inciampa e cade su cocci di bottiglia

raccolgo me senza famiglia, fango, amorfa poltiglia

casa per leccare ferite eternamente sanguinanti

d’Amore che mai aprì le sue dolci porte a stranieri viandanti.

Dublino-Irlanda

Dublino-Irlanda

 

Invisibili cimiteri

Ci sono e ci entro, buio nell’aria, violenza, paura, competizione, oppressione

è tempesta, bufera, tira forte il vento eppur senz’ Amore dicono è relazione.

Per uscire non c’è porta nè chiave, ali leggere d’un liberato atteggiamento

così cerco per compagna solitudine, fedele amante, nobile cuore e portamento.

irlanda 2013 181

Hill of Tara – Irlanda

 

Gelosia

Paura immensa che da me qualcuno ti strappi via

dolore di non volerti per poi saperti terra di casa non mia

tutto perchè di te m’importa

e l’anima dentro desidera, non è morta

d’anestesia d’ indifferenza

d’orgoglio d’indipendenza

resta incisa nel fuoco del vento l’evidenza

che io di camminare in te non so stare senza

irlanda 2013 068

Wicklow mountains-Irlanda

Antenata radice

Per tornare partire,

terra che fiorisce

acqua che rinasce

nel suo andare, scorrere, fluire

irlanda 2013 099

Wicklow mountains-Irlanda

« Older entries Newer entries »