Si apre un portone

Raramente accade

che la pioggia sposa il sole

in quel baleno, fugace momento

commossa sei accolta al ricevimento

ad arco s’apre il cielo,  lì disegna una grande porta

ascolta me sussurra il cuore, qui sei viva, mai fuori, non morta

squarcia il grigio, il buio spezza

e da lì escon in volo tutti sporchi di colori

alati e sorridenti a salutarti i suoi pittori

arcobaleno

arcobaleno

Annunci

Tempio

Colonne portanti un cielo di luce in cupola d’eternità affrescata,

pentagramma impresso a fuoco in ogni atomo, armonia solenne.

Luogo che riveste d’anima e lì interamente d’un tratto tra le mani la ritrovo

lei nel mondo d’uomo dispersa s’impiglia e lascia stracci nel feroce suo rovo.

varie 013

Campigna-Rifugio la Burraia

 

Grotta d’inverno

Da sempre, Piuma, tu fuggi roccia e radice

in volo leggero,  là dove del vento soffia il fiato felice,

aria azzurra del tuo infinito fatato cielo.

Eppur crolla a piombo il mio cuore,

non trova il passo appiglio in terra ferma, strada, sangue, amore,

sprofonda nell’abisso più denso e nero.

Gelida grotta, sei madre di un’ alata radice , sogno pulsante e celeste,

bimbo di carne, concreto, vero.